Celeste Degli Iblei

il mondo di celeste

La luna a Palermo

Palermo respirava senza sole. Dicevano che l’inverno portasse il gelo di un’estate dimenticata, eppure alle stelle non sembrava fosse così. Rimasero meravigliate, stupite da quella strana terra che in così tanta luce, rifletteva sul mare il disegno di una Conca amata, violenta, sublime, quasi maledetta…

La danza sublime

Equilibrio di una danza sconosciuta, riflette il sole di una notte chiamata luna. Non si è mai abbastanza coraggiosi per tentare l’impossibile. Si accenda, dunque, la più delicata delle melodie. Che ognuno riconosca il proprio passo, ballando un solo tempo, sognando senza timore sulla corda…

Il bacio tanto atteso – Venere e Giove allineati nel cielo

Si avvicinava ogni notte di più. Ogni giorno la sognava e sapeva che, sebbene distante, lei lo avrebbe atteso. Aveva immaginato le sue notti, il suo angolo di cielo. Aveva immaginato di cavalcare una distanza che non poteva essere superata. Lei non poteva voltarsi, non…

Un sorriso, quel sorriso

Che poi, alla fine, quello che vale è un sorriso, quel sorriso. Potrebbero regalarti il mondo, ma quando hai davanti un sorriso, quel sorriso, allora capisci che niente vale di più. E capisci che ridere delle sventure e della pioggia incessante diventerà divertente. Lo capirai…

Barcarola – Pablo Neruda, la poesia più bella

L’ho sempre considerata la poesia più bella di Pablo Neruda. Innamorata della voce del grande Luca Ward che ne interpreta una parte che riporto nel video in fondo alla pagina, ecco Barcarola, il sublime scritto da non dimenticare di portare sempre nel cuore Barcarola –…

Shiri Il Sandalo Spinato – Poesia Il Giorno della Memoria

Un’origine maledetta, che mi porta alla morte. Uno stemma dentro al sangue, che colore non ha più. Questo è il mondo, cara gente Questo è il mondo ed il suo niente. Mente matta, sconcertante, malattia per tanta gente. Sei colore nella terra, o colore nel…

William Shakespeare insegna ad Amare

William Shakespeare non ha bisogno di presentazioni, ma il sonetto 116 rappresenta il lasciapassare per l’eternità, cavalcando tutti i tempi che da passati diventano attuali per lasciare spazio a quelli futuri, quelli moderni, gli stessi tempi in cui, ancora, il sonetto 116 sarebbe attualissimo. Anche…

Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

La serie Sublime

Leggi le mie storie

Copyright © 2018 Celeste Degli Iblei